Counseling, Crescita personale, Mindfulness, psicologia positiva

Nessuno ha il diritto di dirti come sentirti!

Buongiorno Anima bella,

Si sta avvicinando il momento delle ferie anche per me, ma ho ancora un paio di cose da ricordati, prima dei compiti per l’estate! 😉 


Il periodo della gravidanza, è stato il più bello della mia vita, preparare il nido per la nostra piccola, immaginarla, sognare di averla tra le braccia.

I giorni dopo la gravidanza sono stati molti difficili, per mia fortuna, i miei genitori, erano con noi e mio Marito è stato molto presente.

Ma ho ricevuto un regalo straordinario: la presenza di mia Sorella, lei è stato un vero dono di cui sono tanto tanto grata! 

Come ti dicevo i giorni dopo il parto non sono stati semplici, ero in ansia per la mia piccola che non riuscivo ad allattare ed ovviamente non danno un manuale per la “neo mamma perfetta” ma abituata ad essere quella forte, per un po’ ho fatto finta che tutto andasse bene, ma dentro mi sentivo inadeguata, incapace ed a pezzi. Poi mi sono ricordata di ciò che mi aveva detto mia sorella in quei giorni: 

Va bene stare male, se senti che vuoi piangere, piangi, nessuno ha il diritto di dirti come ti devi sentire

Parole sante! Ero al settimo cielo, voglio dire avevo appena avuto una bambina e nulla poteva rendermi più felice, allo stesso tempo, mi sentivo in uno stato di grande confusione ed avevo l’impressione che le persone attorno a me si aspettassero solo che sprizzassi felicità da tutti i pori, tutti si aspettavano che fossi la tosta, forte e sempre sorridente Marité, mentre io mi sentivo insicura, spaventata e non capace e decisamente c’erano momenti in cui non volevo sorridere.

C’è stato un momento in cui ho pensato di mollare e andare via, era tutto troppo faticoso e doloroso, soprattutto quando i miei sono rientrarti a casa.

Avere momenti no, sentirsi tristi, sentirsi arrabbiati, gioiosi, è tutto normale, ma ancora più normale è concedersi la possibilità di vivere le emozioni fino in fondo, senza lasciare che ci dominino o ci logorino. Viverle, perché fanno parte di noi.

Capire che semplicemente avevo il diritto di vivere ciò che sentivo mi ha cambiato la vita, non sapevo neanche di poter avere il permesso di piangere o essere fragile.

Quindi non sentirti sbagliata o sbagliato se non sei l’immagine che gli altri hanno di te, se non ti senti come gli altri vorrebbero, segui le tue emozioni, magari scrivi un diario, così da tirare fuori i pensieri.

Respira e ricomincia.

Namasté

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...